Hippy Ambassadors: Axel Serrat

Ambasciatori Hippy:Axel Serrat

Inauguriamo una sezione Hippy Collective Magazine intervistando i nostri Ambassador per avvicinarli alla nostra comunità e possiamo imparare da loro. Oggi iniziamo conAxel Serrat.

Ottimo Axel, vorremmo iniziare con una tua piccola introduzione.

Mi chiamo Axel Serrat, vengo da Barcellona e sono nato nell'87. Immagino che questo faccia di me un boom, o un millennial, o la verità è che non so perché mi confondo sempre. Mi piace molto pattinare, scattare foto e anche perdermi in luoghi, sia in montagna che in ambienti più urbani.

Proviamo a scomporlo poiché sappiamo che ti piacciono molte cose. Cominciamo con il lungo, cccome hai iniziato?

Avevo sempre pattinato, mi piaceva fare trick e scendere in piazza, ma mi piaceva anche prendere lo skate e andare su percorsi intorno a Barcellona, ero pazzo a prendere le ferrovie o la metropolitana e fare una bella discesa da qualche parte . L'unica cosa che all'epoca non era facile trovare longboard e le poche che erano molto costose. Per un po' ho smesso di pattinare e mi sono concentrato sul rugby, mi sentivo come se fossi bloccato e la maggior parte dei miei amici ha smesso di pattinare, ma dopo qualche anno ho iniziato a lavorare in uno skate shop e questo mi ha ricollegato con il mondo dello skate Successivamente ho potuto acquistare il mio primo longboard e da allora utilizzo tavole grandi e ruote morbide. Ma beh, diciamo che quello che faccio è pattinare con le tavole e fare delle belle discese.

¿Come sono stati gli anni da pattinatore Le discese non sono uno scherzo, qualche record pesante da evidenziarer?

Dannazione, perché è stato solo quando hanno finito che mi sono reso conto di quanto fossero fottutamente bravi e di quanto sono stato fortunato. Non preoccuparmi delle bollette, viaggiare con tutto coperto, solo dover pattinare e produrre contenuti, la verità è che è stato un bel momento che non mi manca nemmeno perché alla fine le cose finiscono e ogni cosa ha le sue cose belle e le sue cose brutte.
Che sì, devo essere molto grato ai miei sponsor dell'epoca perché se non fosse stato nella mia vita avrei conosciuto tanti posti e persone così speciali.
Per me, i due migliori viaggi di quel periodo sono stati nel 2016 quando ho avuto l'opportunità di viaggiare in Cina e Colombia.
Da quest'ultimo ho preso un "bello" ricordo. Il terzo giorno di viaggio, siamo andati a pattinare su un'autostrada in un quartiere alla periferia di Medellín, dove le autostrade hanno una forte pendenza e bisogna aggiungere altri fattori. Autisti pazzi e tutte le grondaie recintate con filo spinato. Dai, uscire di strada o occupare corsie opposte è stata una pessima idea! Il fatto è che abbiamo montato la telecamera in macchina e abbiamo iniziato a scendere. In uno di questi, cosa che di solito mi succede quando non conosco bene una strada, sono entrato in una curva a sinistra, quindi ho cercato di non andare verso il filo spinato e mi sono mangiato tutto il fosso con il culo.

E dopo aver parlato del tuo culo (ride) Pensi che passeremo alla fotografia. Su Instagram, ti vediamo molto attivo con foto molto belle. Raccontaci del tuo rapporto con questo mondo e della tua configurazione.

Ebbene, quando ero piccolo mi piaceva giocherellare con le cineprese, penso che sia qualcosa di molto comune nelle persone della mia generazione. Più tardi sono diventato più serio quando ho iniziato a pattinare per marchi e viaggiare, mi piaceva prendere la mia macchina fotografica e fare foto ai miei amici che pattinavano nei luoghi che scoprivamo. A poco a poco mi sono appassionato alla fotografia e mi sono interessato di più ad altri tipi di fotografia (ritratti, natura, astratto)... finché alla fine sono finito per ossessionare la fotografia in uno dei suoi stati più puri, la fotografia analogica.
Sono stupito dal fatto che io comprenda tutte le meccaniche e che tutto sia "reale", come la luce di un momento viene catturata nel film, le trame, lo sviluppo delle bobine a casa, il fatto che posso fare tutto da me stesso, senza che nessuno intervenga nel processo. E inoltre, l'intero processo è lento e laborioso. Per me dà un valore in più a qualsiasi foto, anche se è pessima.
La verità è che qualsiasi configurazione funziona bene se sai come usarla. Con un buon obiettivo il gioco è fatto, alla fine i corpi macchina sono solo pura meccanica. Le lenti sono ciò che darà un risultato o l'altro.
Uscendo di casa con un luminosissimo 50mm e un telezoom ti accingi a scattare!

Ora che cammini un po' più di lato con lo skate, parlaci dei tuoi altri progetti e mosse.

Il mio progetto è continuare a lavorare come localizzatore. È un lavoro che si sposa molto bene con le mie passioni. Il fatto di vedere che una location con cui ho combattuto appare in qualsiasi produzione mi rende molto difficile. Sebbene non sia molto apprezzato, penso che influenzi notevolmente l'aspetto o l'estetica di una serie, un film o una pubblicità.
Inoltre sto lavorando a un progetto personale che richiede molta pazienza e che spero si concluda entro la metà del 2023. Mi piacerebbe poter fare un libro e una mostra a riguardo, ma per ora mi resta con la sensazione che crea in me quando vedo i risultati che stanno venendo fuori
E infine, spero di continuare a divertirmi su uno skate ancora per molto. Una nuova dimensione della tavola arriverà quest'anno con i ragazzi di Arbor Skateboards, e l'anno prossimo lanceremo delle grafiche fantastiche. Suppongo che usciranno anche un paio o tre modifiche e che cadrà qualche altro viaggio in skate.
Colgo l'occasione per ringraziare le persone di Kaina e Paris Trucks che mi amano così come sono, il che non è facile.

Visto che non usi mezzi termini, sei incoraggiato a parlare della tua relazione con THC e CBD. Cosa c'è di bello in Hippy Collectivee?

Potrei dire che il CBD mi ha salvato la vita, anche se suona come un cliché. Sono sempre stato uno di quegli sballati che possono essere visti da miglia intorno, ma il THC mi ha fatto sentire benissimo. Anche se ho sempre pensato che sarebbe stato davvero bello essere in grado di fumare qualcosa che avesse un sapore così buono e non mi sballasse. Nel corso del tempo, fumare THC ha iniziato a farmi venire la nausea, ed è allora che i prodotti CBD hanno iniziato a uscire. L'ho provato e la verità è che da allora ho smesso di fumare THC.
Non sto cercando di dire che la cosa migliore da fare per smettere di THC è fumare CBD, sto solo cercando di condividere la mia esperienza. Ero una di quelle persone che dicevano che non avrei mai mollato le canne e mi guardavano. Il CBD mi si addice meravigliosamente.
Oltre a farne parteCollective Hippy è un passaggio Il prodotto è buonissimo, ne hanno mille varietà e tutte le persone che compongono questa famiglia sono fantastiche. C'è un sacco di buone vibrazioni e voglia di fare le cose bene.

¡Ci farai piangere! Grazie mille per il tuo tempo Axel, è un onore averti in famiglia e inaugurare con te questa sezione. Possiamo solo incoraggiare coloro che non ti conoscono a seguirtiInstagram @agboton.

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.